Choose Vehicle's Typology

Jeffrey Herlings fa ballare il “tango” a tutti gli avversari. Tony Cairoli torna al podio.

Round 4: GP of Argentina - Neuquen - 10.04.2016

Antonio Cairoli (#222 Red Bull KTM Factory Team)

Dopo lo “stop and go” in terra europea di due settimane fa in Olanda (Valkenswaard) il mondiale motocross è tornato in pista per il quarto GP della stagione, con la prima delle due consecutive trasferte sudamericane, sul circuito di Villa la Angostura a pochi chilometri dal confine con il Cile. Per tutti i pretendenti al titolo della MX2, si è trattato di “ballare” il tango argentino per mano di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing) che in sella alla KTM 250 SXF supportata da Athena GET ha fatto il bello e cattivo tempo anche in Patagonia. Otto vittorie di manche su otto, quattro pole position su quattro e otto giri veloci per altrettante manche disputate. Questo il bollettino del due volte campione del mondo che sembra proprio intenzionato a effettuare una “perfect season” a suon di vittorie. Sul secondo gradino del podio, si è piazzato Jeremy Seewer (Team Suzuki World MX2) portando anche in seconda posizione nella classifica generale, la sua Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Lo svizzero ha relegato alle sue spalle (terzo assoluto) Aleksandr Tonkov (Wilvo Standing Construct Yamaha Yamalube) in gara con la Yamaha YZF 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Mezza battuta a vuoto invece per Pauls Jonass (Red Bull KTM Factory Racing) che, in sella alla KTM 250 SXF supportata da Athena GET, è stato costretto al ritiro in gara 1 a causa di una caduta al primo passaggio. Nella MXGP, ritorno al podio per Antonio Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) sempre in sella alla KTM 450 SXF supportata da Athena GET. Soltanto un punto ha separato Tony dalla vittoria del GP ma questo risultato dimostra il pieno recupero del pluri campione del mondo, dopo l’infortunio di inizio stagione. Quarto assoluto Romain Febvre (Monster Energy Yamaha Racing Team) che ha dovuto recuperare una caduta in partenza di gara 1, conclusa al quinto posto per poi, in gara 2 classificarsi in terza posizione. Il campione del mondo in carica ha portato in gara la sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Sempre in sella alla Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA, Jeremy Van Horebeek ha conquistato la quinta posizione nell’assoluta.

Prossima gara, round #05: Leon (Messico) 16-17 Aprile GP of Leon

I nuovi kit Athena per Yamaha YZF 250

New Athena kits for Yamaha YZF250

Sono finalmente disponibili i nuovi kit Athena per Yamaha YZF 250, disponibili sia in versione standard, di qualita' e prestazioni pari all'originale, sia in versione maggiorata da 276 cc, per un notevole incremento delle prestazioni a tutti i regimi.

Per sperne di più, è possibile consultare le schede tecniche:

Pasqua olandese e “uovo con sorpresa” per Jeffrey Herlings. Tony Cairoli vicino al podio

Round 3: GP of Europe - Valkenswaard (NL) - 28.03.2016

Jeremy Seewer (#91 Team Suzuki World MX2)

Ritorno in terra europea per il campionato del mondo motocross in configurazione 2016 che, dopo il caldo torrido della Thailandia, ha affrontato il rigido clima olandese. È stato l’Eurocircuit di Valkenswaard ad ospitare il terzo GP della stagione e la nera sabbia che caratterizza il fondo del tracciato ha messo, ancora una volta, a dura prova tutti i partecipanti. Un dura prova che non è stata tale per Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing) che in sella alla sua KTM 250 SXF supportata da Athena GET si è aggiudicato le due manche in programma portando il conto dei successi a quota cinquanta, affiancando nella classifica dei vincitori di tutti i tempi, il belga Joel Robert. Herlings guida la classifica generale di campionato a punteggio pieno dopo tre GP disputati. Secondo al podio Pauls Jonass (Red Bull KTM Factory Racing) anche lui in sella alla sua KTM 250 SXF supportata da Athena GET. Con i punti conquistati in Olanda, Jonass è risalito al secondo posto nella classifica di campionato. Sul terzo gradino del podio, a suggellare l’en plein Athena – Get, è salito Jeremy Seewer (Team Suzuki World MX2) che ha gareggiato a bordo della Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Nella MXGP, il campione de mondo in carica Romain Febvre (Monster Energy Yamaha Racing Team), che ha portato in gara la sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA ha vinto il suo secondo GP dopo l’affermazione della Thailandia. Il francese, ha rafforzato il suo primato nella classifica generale che lo vede al comando con 13 lunghezze di vantaggio sul più immediato inseguitore. Ha invece sfiorato il podio, quarto a fine giornata, Antonio Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) che in sella alla sua KTM 450 SXF supportata da Athena GET ha sfiorato la vittoria parziale in gara 2 quando, nel corso dell’ultimo giro ha dovuto cedere la posizione a Febvre a causa di un leggero appannamento degli occhiali, che lo ha costretto a rallentare per non incorrere in errori che avrebbero pregiudicato totalmente la sua prestazione. Quinto assoluto Jeremy Van Horebeek (Monster Energy Yamaha Racing Team) a bordo della sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA.

Prossima gara, round 4: Neuquen (Argentina) 09-10 Aprile GP of Patagonia-Argentina.


Un caldo weekend di Motocross

Round 2: GP of Thailand - Suphan Buri - 06.03.2016


Dopo la notturna di Losail, il mondiale motocross si è spostato in Thailandia e i protagonisti hanno trovato ad attenderli un week end di “fuoco”, con temperature che hanno oltrepassato i 40° centigradi. Nella classe minore (MX2), solito dominio incontrastato di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing) che in sella alla sua KTM 250 SXF supportata da Athena GET si è aggiudicato le due manche in programma portando il conto dei successi a quattro, su quattro prove disputate. A fargli compagnia sul podio, Jeremy Seewer (Team Suzuki World MX2) a bordo della Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Lo svizzero è stato autore di due manche ottimali chiuse entrambe al terzo posto. A chiudere il podio, Aleksandr Tonkov (Wilvo Standing Construct Yamaha Yamalube) in sella alla Yamaha YZF 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Il russo ha chiuso la prima manche al secondo posto e la seconda in quarta posizione. Nella classe regina (MXGP), “due su tre” per i colori Athena –GET. Romain Febvre (Monster Energy Yamaha Racing Team), campione del mondo in carica della categoria, che ha portato in gara la sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA, ha vinto entrambe le manche e si è portato in testa alla classifica assoluta di campionato. Terzo sul podio il compagno di squadra Jeremy Van Horebeek (Monster Energy Yamaha Racing Team) a bordo della sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA.

Ricomincia la “rumba”

Il Campionato del Mondo Motocross 2016 è partito dal Qatar. Losail ha accolto la prima grande sfida di questa stagione.

 Round 1: GP of Qatar - Losail - 27.02.2016

Jeffrey Herlings (#84 Red Bull KTM Factory)

 

Primo GP del mondiale motocross, che per la quarta volta consecutiva, è partito dal Qatar e di notte. Sono state le luci artificiali del circuito di Losail a illuminare il via della stagione 2016. Nella MX2 era atteso il ritorno di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing) che, in sella alla sua KTM 250 SXF supportata da Athena GET e dopo le vicissitudini del 2015 si è presentato ancora come l’uomo da battere. L’olandese non si è fatto attendere conquistando la doppia vittoria di manche e la tabella rossa di leader della classifica assoluta. Terzo gradino del podio per il compagno di squadra Pauls Jonass (Red Bull KTM Factory Racing) autore di due manche da protagonista chiuse entrambe al terzo posto. Nella classe maggiore, la MXGP, nessun pronostico era possibile, visto il gran numero di pretendenti alla vittoria. Tra questi facevo spicco il campione in carica Romain Febvre (Monster Energy Yamaha Racing Team) che ha portato in gara la sua YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo e il sistema di acquisizione dati M40. Il suo compagno di squadra, Jeremy Van Horebeek (Monster Energy Yamaha Racing Team) anche lui in gara con la Yamaha YZF 450 dotata di centralina RX1 Evo e del sistema di acquisizione dati M40 si è classificato al quarto posto nella graduatoria di giornata. Alle sue spalle si è classificato Antonio Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing). Il campione siciliano si è presentato in Qatar, in sella alla sua KTM SXF 450 supportata da Athena-GET, alla sua prima gara stagionale e non in perfette condizioni fisiche, dopo l’infortunio patito in Sardegna durante la preparazione invernale. Tony è risultato sempre uno dei piloti più veloci in pista e ha fatto segnare dei riferimenti cronometrici di vertici in entrambe le manche concluse al sesto e quarto posto. Settimo assoluto, alla fine della giornata, il suo compagno di squadra, Glenn Coldenhoff (Red Bull KTM Factory Racing).  Il campionato del mondo motocross si sposta in Thailandia dove, sul tracciato di Suphan Buri, domenica prossima si disputerà la seconda prova delle diciotto in programma.

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9