Choose Vehicle's Typology

Nuovi kit cilindro per Yamaha WR450 F

 

Athena presenta i nuovi kit cilindro a diametro standard e maggiorato per l’enduro della casa dei tre diapason, che possono essere montati anche sulle ultime versioni ad iniezione. Entrambi i kit sono BOLT-ON all’originale, ovvero possono essere installati senza modifiche ai carter. Le guarnizioni sono state sviluppate utilizzando tecnologie di ultima generazione, mentre il cilindro nichelato e il pistone forgiato alleggerito garantiscono affidabilità e durata superiori. Per maggiori informazioni, sono consultabili le relative schede tecniche:

Il Motocross delle Nazioni parla ancora francese. Otto moto su nove nel podio per Athena GET

MX of Nations: Ernée (France) - 27.09.2015

Romain Febvre (2015 MXGP World Champion)

A Ernée, nel nord-ovest della Francia, è andato di scena l’epilogo della stagione Motocross 2015 con il Trofeo delle Nazioni.  Come da pronostico , con molte squadre prive dei loro piloti migliori, è andato di scena il duello Team Francia – Team USA. I francesi, che schieravano Febvre, Musquin e Paulin, hanno avuto la meglio sul team statunitense, che schierava Barcia, Webb e Martin, al termine di tre manche emozionanti.

Al terzo posto il Belgio, che schierava Van Horebeek, Lieber e De Dycker.

Da evidenziare il notevole risultato di Athena GET; otto piloti sui nove del podio utilizzano la nostra elettronica, con centralina GP1 EVO e sistema di acquisizione dati M40.

Con questa gara la stagione 2015 va in archivio e diamo l’appuntamento per una nuova entusiasmante stagione 2016.

Il ritorno di Cairoli. Jonass vice campione del mondo

Round 18: GP of USA - Glen Helen - 20.09.2015

Antonio Cairoli (#222 Red Bull KTM Racing)

Sole mare e motocross. La mitica terra americana della California ha ospitato l’ultimo GP della stagione 2015 sul tracciato di Glen Helen situato nei pressi di San Bernardino, a circa cento chilometri da Los Angeles. Sull’epico tracciato americano, mèta di veri e propri pellegrinaggi da parte degli appassionati di motocross di tutto il mondo, è andato in scena l’ultimo atto della “regular season”. Con il titolo della MXGP già assegnato, il motivo dominante della gara statunitense è stato il rientro in gara di Antonio Cairoli. Il campione uscente, sempre in sella alla sua KTM 450 SX-F supportata da Athena – GET dopo cinque GP di assenza forzata a causa dell’infortunio al gomito sinistro, è stato protagonista e al centro dell’attenzione. Nella prima manche è riuscito a conquistare il quinto posto finale dopo una partenza al vertice, facendo segnare la migliore prestazione cronometrica della manche, a dimostrazione del fatto che la sua velocità in pista fa sempre da riferimento per tutti i piloti impegnati in gara. La vittoria di giornata è andata nelle mani del neo campione del mondo Romain Febvre che in sella alla sua Yamaha 450 factory equipaggiata con la centralina GP1 Evo e il sistema di acquisizione dati M40 ha conquistato la vittoria nella prima manche e il secondo posto in quella successiva. Nella top ten di giornata hanno chiuso Jeremy Van Horebeek (Yamaha Factory Racing Yamalube) in gara con il sistema di acquisizione dati M40 e Tommy Searle (KTM Red Bull Factory) che si sono classificati rispettivamente all’ottavo e nono posto della classifica di GP. Nella MX2 invece, i giochi erano ancora da fare con il titolo mondiale da assegnare, durante le ultime due manche della stagione. In lizza era rimasto il giovanissimo lettone Pauls Jonass (KTM Red Bull Factory) che però si è dovuto accontentare di ricevere a fine gara la medaglia d’argento di vice campione del mondo. In America era arrivato con diciotto lunghezze di ritardo dal vertice della classifica e nonostante i tentativi di recuperare terreno non è riuscito nell’intento di portare la sua KTM SX-F 250 supportata da Athena – GET al vertice. Per Jonass si è trattato comunque di una stagione molto positiva chiusa con un meritato quanto insperato secondo posto assoluto. Lo svizzero Valentin Guillod (Standing Construct Yamaha Yamalube) sfruttando al meglio la sua Yamaha equipaggiata con la centralina GP1 Evo e il sistema di acquisizione dati M40 ha chiuso il campionato a un soffio dal podio mondiale conquistando il quarto posto nella classifica assoluta. In America è stato autore di due prove magistrali concludendo il GP in terza posizione. La stagione del motocross si chiuderà domenica prossima, sul circuito di Ernée, in Francia, dove si svolgerà il Motocross delle Nazioni 2015.

Athena - Get sempre più al vertice. Thomas Covington vince il suo primo GP in carriera, Romain Febvre onora il titolo conquistato con una doppia vittoria.

Round 17: GP of Mexico - Leon - 13.09.2015

Thomas Covington (#64 Kawasaki KRT MX2)

Il mondiale motocross ha iniziato la trasferta finale che ha portato i protagonisti della stagione 2015 a Leon, in Messico, prima di spostarsi in California per l’ultimo GP in programma. Ricavato all’interno del parco metropolitano della città di Leon, nello stato di Guanajuato, il circuito messicano ha ospitato il penultimo GP dell’anno con condizioni climatiche completamente diverse nei due giorni di permanenza del circus iridato all’interno del paddock. Il sabato, temperatura ottimale e fondo in ottime condizioni, la domenica, terreno appesantito dalle piogge cadute durante la notte. Nonostante questo, le gare si sono svolte regolarmente e lo spettacolo non è mancato. Nella MX2 è stato Thomas Covington a sorprendere tutti riuscendo a conquistare la sua prima vittoria in carriera nel mondiale motocross in sella alla Kawasaki KRT MX2 equipaggiata con la centralina GP1 Evo e il sistema di acquisizione dati M40. Lo statunitense, dopo l’ottimo quarto posto della prima manche è riuscito a conquistare la vittoria nella prova conclusiva incamerando i punti necessari per festeggiare il suo primo successo assoluto da quando è arrivato nel mondiale motocross. Sul terzo gradino del podio è salito Benoit Paturel, alla prima presenza in “zona medaglie” della sua carriera centrato con la sua Yamaha YZF 250 equipaggiata con la centralina GP1 Evo e il sistema di acquisizione dati M40. Nella MXGP, assegnato il titolo a Romain Febvre con due gare di anticipo, non è cambiata la “musica” in pista ed è stato ancora una volta il francese in sella alla sua Yamaha 450 factory equipaggiata con centralina GP1 Evo e il sistema di acquisizione dati M40 a conquistare la vittoria con l’affermazione in entrambe le manche. Jeremy Van Horebeek (Yamaha Factory Racing Yamalube) e Glen Coldenhoff (Suzuki – Rockstar Energy) hanno concluso rispettivamente al quarto e quinto posto entrambi in gara con il sistema di acquisizione dati M40.
Domenica prossima, sul circuito di Glen Helen, in California (USA), si svolgerà l’ultimo GP della stagione 2015.

Athena presenta i nuovi kit Centralina per KTM Duke390 e KTM RC390

Nuovi kit centralina Athena Per KTM Duke 390 e RC 390

Dopo il grande successo riscosso tra il pubblico e gli ottimi risultati raggiunti in pista con KTM Duke125 e Duke200, Athena continua ad arricchire la sua offerta di centraline elettroniche racing con le nuove ECU dedicate a KTM Duke390 e a KTM RC390. Entrambi i kit comprendono centralina, relativo cablaggio e il selettore di mappa a due livelli, uno configurato per ottenere la potenza piena a tutti i regimi e uno per un'erogazione di potenza più dolce.

Per dare le massime prestazioni, Athena suggerisce di abbinare la centralina ad uno scarico racing e a un filtro aria DNA ad alte prestazioni.

Maggiori informazioni sono disponibili sulle relative schede tecniche:

Ricordiamo che Athena è fornitore ufficiale del trofeo KTM RC390 CUP, organizzato nell’ambito del Campionato Italiano Velocità equipaggiando tutte le moto in gara con centralina GET e filtro aria Racing DNA.

3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11