Cambiano i fattori ma non cambia il prodotto. Athena-GET vince ancora

Herlings e Desalle si aggiudicano il GP numero 11 della stagione 2014. L’olandese arriva a quota 10 su 11 e prende il largo, il belga si avvicina a Cairoli che rimane in vetta alla classifica della MXGP.

Round 11: GP of Germany - Teutschenthal - 22.06.2014

Clement Desalle (Suzuki Rockstar #25) & Jeremy Van Horebeek (Yamaha Rinaldi #89)

Nessuna pausa per il mondiale motocross che dall’Italia si è spostato in Germania per l’undicesimo GP dei diciassette previsti in questa stagione. Sul “Talkessel” di Teutschenthal nel territorio della ex Germania dell’est, è stato ancora Jeffrey Herlings (KTM- Red Bull Factory Racing) a dominare la scena della MX2 con l’ennesima perentoria doppia vittoria di manche. L’olandese sta battendo ogni suo primato a suon di successi e si è avvantaggiato ulteriormente in classifica generale nei confronti di tutti gli avversari, sempre in sella alla super affidabile KTM SXF 250 Factory, supportata da Athena-GET. Sul podio anche il suo compagno di squadra Jordi Tixier (KTM- Red Bull Factory Racing), terzo al termine del GP mentre Dylan Ferrandis  (Kawasaki CLS) sempre coadiuvato dai sistemi elettronici forniti alla sua squadra da Athena-GET, dopo lo splendido terzo posto ottenuto in gara 1 non è riuscito a ripetersi mancando l’appuntamento in “zona medaglie”. Nella classe regina del motocross mondiale, solite battaglie epiche che si sono consumate anche sul circuito tedesco con Clement Desalle capace di raggiungere la vittoria per merito del secondo posto ottenuto nella prima manche ma soprattutto della splendida vittoria conquistata nella manche finale. Il belga ha portato al successo, ancora una volta la sua RMZ 450 Suzuki – Rockstar Energy, che ha usato in gara il sistema di acquisizione dati M40. Stesso equipaggiamento, con l’aggiunta della centralina GP1 Evo, anche per il costante Jeremy Van Horebeek (Yamaha – Rinaldi) che si è classificato al terzo posto assoluto nel GP conquistando il suo decimo podio consecutivo. Quarto nella overall di giornata Kevin Strijbos (Suzuki – Rockstar Energy). Giornata “no” invece, per il campione in carica Antonio Cairoli. Debilitato da una forte forma influenzale, TC 222 ha dovuto correre in difesa le due manche riuscendo comunque a portare la sua KTM SXF350 supportata da Athena-GET al quinto posto della classifica assoluta. Nonostante i punti persi in Germania, Tony guida sempre la classifica generale con venticinque punti di vantaggio proprio su Clement Desalle.

Prossimo GP in Svezia, sul tracciato di Uddevalla, il 6 luglio.