Herlings-Tonus-Tixier: la MX2 parla la lingua Athena. Nella MXGP, Tony Cairoli sempre più leader. Van Horebeek si avvicina alla vetta.

Round 5: GP of Bulgaria - Sevlievo - 20.04.2014

Jeremy Van Horebeek (Yamaha Racing Team)

Quinto appuntamento stagionale per il motocross iridato che si è consumato sul “Gorna Rositza” di Sevlievo, a circa duecento chilometri da Sofia capitale della Bulgaria. La giornata di gare è stata caratterizzata dal meteo incerto che a metà del programma ha fatto scendere una copiosa pioggia che ha condizionato le seconde frazioni. Nella MX2, al termine delle due manche, il podio è stato monopolizzato dai piloti Athena-GET. Con una perentoria doppietta, Jeffrey Herlings (KTM- Red Bull Factory Racing), supportato da Athena-GET è andato a calcare il gradino più alto del podio e si è avvicinato notevolmente al leader della classifica generale, Arnaud Tonus (Kawasaki CLS) capace di arginare lo strapotere del campione in carica ma non  di fermarlo. Il pilota svizzero, che come sempre ha portato in gara il sistema di acquisizione dati M40 e la centralina GP1 Evo, si è dimostrato un difficile avversario per l’olandese che al momento non è ancora riuscito a riportarsi in testa al campionato, guidato proprio da Tonus. Terzo al podio, che lo ha visto salire per la prima volta in questa stagione, il francese Jordi Tixier (KTM- Red Bull Factory Racing) che, con i punti conquistati a Sevlievo è risalito in sesta posizione nella classifica di campionato. A completare la giornata memorabile per Athena-GET ci ha pensato Dylan Ferrandis (Kawasaki CLS) che si è classificato al quarto posto. Nella categoria regina invece, è stato Antonio Cairoli (KTM- Red Bull Factory Racing) a portare nelle casse della casa austriaca l’ennesima vittoria. Con il supporto di Athena-GET, la sua KTM 350 SXF ha solcato le colline bulgare come nessun’altra moto è riuscita a fare durante il week end di gare. Dopo il secondo posto di gara1, quando Tony si è accontentato della piazza d'onore, in gara2 il campione in carica ha dato il meglio di se dominando anche la pioggia e il fango che hanno reso veramente al limite le condizioni di gara. Terzo posto per Jeremy van Horebeek (Yamaha – Rinaldi) che, con l’ausilio dell’elettronica GET ha risalito la classifica iridata portandosi al secondo posto a pari merito con Clement Desalle (Suzuki – Rockstar Energy) che ha chiuso il GP in quarta posizione assoluta a pari merito con il compagno di squadra Kevin Strijbos (Suzuki – Rockstar Energy).

Il mondiale motocross effettua una settimana di pausa e tornerà in gara a Valkensawaard nel week end del 4-5 maggio.