Motocross delle Nazioni 2013: Vince il Belgio, ma è grande Italia!

MXoN: Teutschenthal (Germania) – 29.09.2013

Motocross delle Nazioni 2013: Vince il Belgio, ma è grande Italia!

Grande prestazione del Team Italia al Motocross delle Nazioni 2013. Trascinata dal solito, immenso Cairoli, la nazionale ha raggiunto il terzo posto, preceduta di soli tre punti dagli Usa e di sei dal Belgio, che si è aggiudicato la manifestazione.

La prima manche, che vedeva ai cancelletti di partenza le classi Mx1 e Mx2, è stata dominata da Cairoli,nonostante una brutta partenza. Peggio di lui partono i grandi favoriti del team USA Dungey e Tomac, mentre a prendere il comando è il padrone di casa Roczen, che manda in visibilio il pubblico tedesco. Inizia la furibonda rimonta di Cairoli e degli americani, che risalgono posizioni su posizioni. Il Tony nazionale si riporta su Roczen e approfitta di un errore del tedesco per portarsi in testa. È straordinaria anche la rimonta di Eli Tomac, che agguanta il terzo posto e mette nel mirino il tedesco. Nel duello per la seconda piazza, l’americano perde clamorosamente la moto in volo! Un errore che gli fa perdere secondi preziosissimi e lo fa rientrare diciottesimo.

Cairoli si aggiudica tranquillamente la prima manche su Roczen e Searle. Italia provvisoriamente seconda dietro alla Germania, grazie anche al buon tredicesimo posto di Alex Lupino. Prestazione regolare del Belgio che con Van Horebeek e De Dycker, si posiziona al quarto posto in classifica generale.

La seconda manche vede al via le classi Mx2 e Open. I due protagonisti del National Americano Roczen e Tomac fanno gara a se ed è il tedesco, spinto dal rumorosissimo pubblico di casa ad aggiudicarsi la manche, dopo un grande duello nel quale i due piloti si sono incrociati le linee decine di volte negli ultimi quattro giri. Dietro di loro e con un distacco abissale, Desalle beffa l’altro americano Barcia e chiude terzo. Ottimo ottavo posto di Lupino, che permette all’Italia di resistere al terzo posto della graduatoria parziale, mentre David Philippaerts chiude quattordicesimo. Il terzo posto di Desalle e il settimo di Van Horebeek permettono al Belgio di conquistare momentaneamente la testa.

La terza manche con al via le Mx1 e le Open parte subito con un colpo di scena: Desalle cade e si ritira! Brutto colpo per il Belgio, che vede così le sue possibilità di vittoria finale ridottissime. Al via Tony Cairoli è quarto e Philippaerts nono. Nel giro di poche tornate il sette volte campione del mondo conquista la testa della gara superando Nagl. Al terzo posto si stanzia De Dycker, consentendo quindi al Belgio di mantenere vive le speranze di vittoria. Gli americani sono palesemente a disagio. Dungey e Barcia commettono parecchi errori, che non consentono loro di superare il Belgio.

Il Belgio, grazie al secondo posto conquistato da De Dycker, vince il Motocross delle Nazioni 2013.

L’ultima affermazione della squadra belga risaliva al 2004 con Stefan Everts, Kevin Strijbos e Steve Ramon, mentre la vittoria di Cairoli e il decimo posto di Philippaerts consentono all’Italia di arrivare terza.

Soddisfazione anche per Athena, visto molti piloti del Motocross delle Nazioni, tra cui Cairoli, Roczen e Tomac, sono equipaggiati con i nostri prodotti!