Choose Vehicle's Typology

Secondo match point e Cairoli è campione del mondo per la nona volta. Jonass a un passo dal titolo.

Round 18: GP of Netherlands

Dopo la tappa disputata sul tracciato di Jacksonville, 200 km a nord di Orlando, in Florida, il mondiale motocross è tornato in Europa per dare vita al penultimo round della stagione 2017. Con i due titoli ancora in palio è toccato al tracciato artificiale realizzato all’interno del TT Circuit di Assen ospitare l’evento. Dopo un venerdì caratterizzato dalle forti piogge che avevano fatto temere il peggio,  mettendo a rischio lo svolgimento della manifestazione, durante il week end in pista, tutto è filato via regolarmente e la domenica un tiepido sole ha riscaldato il pubblico presente. Gli occhi del mondo intero erano puntati sull’ennesimo “game” tra quelli che al momento sono i piloti più in forma di tutti; Antonio Cairoli e Jeffrey Herlings. L’italiano correva per la gloria, cercando di incamerare la nona corona iridata. L’olandese per la vittoria, cercando di battere tutti e continuare la sua striscia positiva di vittorie dopo i due successi ottenuti in America (ultima del national e GP del mondiale). Alla fine hanno avuto ragione entrambi. A Tony Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) in sella alla KTM 450 SXF supportata da Athena è bastata la prima manche per conquistare in anticipo il nono titolo di campione del mondo. Per Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing), anche lui in sella alla KTM 450 SXF supportata da Athena, un’altra doppia vittoria di manche e di GP che lo consacra matematicamente vice campione del mondo alla sua prima stagione in MXGP. Sul podio olandese è salito Romain Febvre (Monster Energy Yamaha Racing Team) che ha portato in gara la sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Il francese, al suo secondo podio della stagione 2017 si è classificato in seconda posizione nella classifica assoluta di giornata. Nella MX2 invece, i giochi per il titolo iridato sono ancora aperti e bisognerà aspettare l’ultimo GP in Francia per la consacrazione del nuovo campione. Il pubblico di Assen ha accolto al podio un “triplete” tutto griffato Athena. Jorge Prado (Red Bull KTM Factory Racing) KTM 250 SXF supportata da Athena ha conquistato il suo terzo GP di stagione con la vittoria in gara 2 e il secondo posto della prima manche mentre Pauls Jonass (Red Bull KTM Factory Racing) anche lui in sella alla KTM 250 SXF supportata da Athena, dopo aver vinto la prima prova si è accontentato del settimo posto in gara due che gli è bastato per salire sul secondo gradino del podio. Terzo al termine della giornata, Jeremy Seewer (Team Suzuki World MX2) a bordo della Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Lo svizzero, con il secondo posto della manche finale ha tenuto aperto il discorso titolo mondiale e ora, a due manche dal termine, segue Jonass in classifica generale con 41 punti di distacco. Al pilota lettone basterà comunque conquistare 9 punti in due manche per laurearsi campione.

Prossima gara: 17 settembre 2017 / GP of Pays de Motebéliard – Villars Sous Ecot