Report

AMA National Championship - Round 3 - HIGH POINT

Villopoto batte un colpo e il National si infiamma!

È il circuito di High Point, Mount Morris in Pennsylvania il teatro della terza tappa del National 2011. La gara è stata fortemente caratterizzata pioggia, caduta in abbondanza, che ha reso la pista davvero difficile.
Primo acuto stagionale nel National per Ryan Villopoto, Kawasaki Monter Energy, che trionfa in solitaria in gara 1 davanti a Dungey, Suzuki Rockstar Makita, e Alessi, KTM Red Bull. In difficoltà invece il leder del campionato Chad Reed, Honda TwoTwo GET, che a causa di una brutta partenza è rimasto bloccato nelle retrovie e, in rimonta, non è riuscito ad andare oltre il 5° posto finale.
In Gara 2 Reed è invece partito bene, prendendo la ruota del battistrada Alessi. I due assieme a Dungey fanno il vuoto, ma il pilota Suzuki cade in un punto del tracciato davvero impegnativo è perde diverse posizioni. Alessi e Reed si danno battaglia finchè il pilota KTM, messo sotto pressione, sbaglia e lascia via libera al fuoriclasse australiano che vince in solitaria. Secondo Villopoto davanti a Dungey e Alessi. Vittoria finale quindi per Villopoto davanti a Dungey e Reed. Il campione di Seattle riduce così a 15 i punti di ritardo in classifica generale da Reed.

Nella classe 250 continua il dominio dei Bad Boys di Mitch Payton. I tre piloti Kawasaki monopolizzano gara 1 e chiudono nell’ordine: Blake Baggett, Dean Wilson e Tyla Rattray.
Gara 2 sembra seguire la falsariga di gara 1 quando Wilson, che era al comando, cade e lascia la testa a Bagget. Il pilota Kawasaki rimane in testa diversi giri ma poi in una discesa perde il controllo della moto e cade, lascando via libera al terzo pilota Pro Circuit, Tyla Rattray. Bagget non demorde è si riprende subito, riuscendo addirittura a riprende Rattray nel finale e andando a vincere la gara. Secondo Rattray e terzo Eli Tomac su Honda Geico ATHENA. Rattray, grazie a questi due podi e approfittando della scivolata di Wilson in gara 2, prende così la testa del campionato.

Prossima tappa l’18 Giugno a Budds Creek, Mechanicsville nel Maryland.

Ryan Villopoto

#2 - Ryan Villopoto

Chad Reed

#22 - Chad Reed

Posted in Report

FIM MX World Championship - GP Portogallo - AGUEDA

Desalle domina il weekend portoghese, zampata di Herlings nella MX2

Il “Panda” Clement Desalle torna alla vittoria nel Gp del Portogallo, disputato sulla bella ma difficile pista di terra rossa di Agueda.
Ed è una vittoria netta, senza dare possibilità d’appello ai suoi avversari; il belga infatti sulla sua Suzuki Rockstar GET n. 25  ha dominato tutto il week-end, dalle prove cronometrate del sabato fino alle due manche della domenica. Veloce, aggressivo e pulito nella guida è stato inarrestabile e si è portato a casa il suo terzo Gp stagionale.
Secondo il nostro Tony Cairoli, KTM Red Bull Teka ATHENA, che ha provato ad impensierire Desalle in entrambe le manche ma a dovuto arrendersi allo strapotere belga. Tony, in entrambe le manche, è riuscito a raggiungere il leader della corsa quando ormai era troppo tardi per sferrare l’attacco finale.  Sul gradino più basso del podio ci è salito Evgeny Bobryschev, Honda World Motocross Team GET, che grazie a due quarti posti ha avuto la meglio del compagno di squadra e pilota di casa, Rui Goncalves.
Giornata davvero nera in casa Yamaha; David Philippaerts, Yamaha Monster Energy GET, è stato protagonista di due brutte cadute che equivalgono a due pesantissimi 0 in chiave mondiale. È andata meglio al compagno di squadra Steven Frossard, che non è però riuscito a bissare la vittoria del Gp di Francia, e ha chiuso le due manche con un 3° ed un 7° posto. Giornata storta anche per Max Nagl, KTM Red Bull Teka ATHENA, che nella prima manche, dopo una partenza difficile, è riuscito a risalire fino all’ 8° posto, ma che in gara 2 è stato invece costretto al ritiro a causa di un problema alla mano.

Tante sorprese invece in MX2, dove ha trionfato Jeffrey Herlings, KTM Red Bull Teka ATHENA, grazie a due secondi posti in entrambe le manche. L’olandese volante si è portato a casa anche la tabella rossa di leader del campionato; il compagno di squadra Ken Roczen, dopo l’ottima vittoria in rimonta di gara 1, è stato protagonista di una spettacolare caduta fortunatamente senza conseguenze in gara 2 ed ha accumulato quindi un brutto 0 in chiave mondiale.
Alle spalle di Herlings si sono piazzati Gautier Paulin, Yamaha Monster Energy GET, e Zachary Osborne, Yamaha Bike-it.  Tommy Searle, Kawasaki CLS GET, ha dovuto sommare alla vittoria della prova conclusiva un ritiro nella gara d’apertura che ha compromesso un buon piazzamento nel Gp.

Prossima tappa in Spagna, per la prima volta a La Baneza questo Week-end, il 19 di Giugno.

Clement Desalle

#25 - Clement Desalle - Copyright Ray Archer

Posted in Report
1 | 2