Choose Vehicle's Typology

Verso la volata finale. Seewer vince, Herlings convince ma Jonass e Cairoli sono sempre più leader di campionato.

Round 16: GP of Sweden

Con il terzo GP in tre settimane, dopo quelli di Lommel (Belgio) e di Frauenfeld (Svizzera) la sedicesima gara della stagione in corso si è svolta sul “Glimminge Motorstadion” di Uddevalla, in Svezia. Un week end caratterizzato dalle condizioni climatiche altalenanti, ha fatto da cornice all’ultimo GP di agosto, prima dell’inizio del rush finale di settembre che decreterà i campioni delle due categorie. Nella classe riservata i piloti “under 23”, la MX2, vittoria di giornata per lo svizzero Jeremy Seewer (Team Suzuki World MX2) che a bordo della sua Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA, a Uddevalla ha ottenuto per due volte la seconda posizione riuscendo a far segnare la migliore prestazione tra i piloti in lizza per la vittoria. Alle sue spalle hanno completato il podio di giornata Jorge Prado (Red Bull KTM Factory Racing)e il suo compagno di squadra Pauls Jonass (Red Bull KTM Factory Racing), entrambi in sella alle KTM 250 SXF supportate da Athena. Grande prestazione per il giovanissimo spagnolo Prado che, in gara 1, è stato capace di scattare al comando del gruppo e guidare la manche per tutto il tempo, fino a tagliare il traguardo vincitore. Nella seconda manche si è classificato al quinto posto. Per Jonass invece, una giornata “tranquilla” che lo ha visto concludere le due manche al terzo posto controllando gli avversari. In classifica generale, Jonass è sempre leader di campionato con 45 punti di vantaggio su Jeremy Seewer. Nella MXGP, Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing) in sella alla KTM 450 SXF supportata da Athena ha dimostrato di essere tornato in ottima forma riuscendo a conquistare il secondo posto nella prima manche, in rimonta, dopo un avvio non ottimale. Nella seconda gara invece, quando si apprestava ad attaccare per la vittoria finale, un problema tecnico (salto della catena) lo ha costretto al ritiro e di fatto escludendolo dalla lotta per l’ennesimo successo. Ottima la prestazione di Romain Febvre (Monster Energy Yamaha Racing Team) che ha portato in gara la sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Il francese, secondo assoluto nella classifica di giornata, ha vinto la seconda manche ed è riuscito a tornare sul podio dopo un lungo digiuno che durava dal GP di Svizzera dello scorso anno. Per l’attuale leader di campionato Antonio Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) che è sceso in gara con la KTM 450 SXF supportata da Athena, si è trattato invece di un GP corso in “difesa”. Settimo e nono al termine delle due manche, TC222 ha controllato la situazione su un tracciato che presentava diverse insidie e ha sfruttato al meglio le sue potenzialità riuscendo comunque ad aumentare il suo vantaggio in classifica generale che ora lo vede al comando con 101 punti di vantaggio, quando ne restano disponibili 150 prima del termine della stagione.

 

Prossima gara: 03 settembre 2017 / GP  of USA - Jacksonville- USA