Motocross delle Nazioni 2013: Vince il Belgio, ma è grande Italia!

MXoN: Teutschenthal (Germania) – 29.09.2013

Motocross delle Nazioni 2013: Vince il Belgio, ma è grande Italia!

Grande prestazione del Team Italia al Motocross delle Nazioni 2013. Trascinata dal solito, immenso Cairoli, la nazionale ha raggiunto il terzo posto, preceduta di soli tre punti dagli Usa e di sei dal Belgio, che si è aggiudicato la manifestazione.

La prima manche, che vedeva ai cancelletti di partenza le classi Mx1 e Mx2, è stata dominata da Cairoli,nonostante una brutta partenza. Peggio di lui partono i grandi favoriti del team USA Dungey e Tomac, mentre a prendere il comando è il padrone di casa Roczen, che manda in visibilio il pubblico tedesco. Inizia la furibonda rimonta di Cairoli e degli americani, che risalgono posizioni su posizioni. Il Tony nazionale si riporta su Roczen e approfitta di un errore del tedesco per portarsi in testa. È straordinaria anche la rimonta di Eli Tomac, che agguanta il terzo posto e mette nel mirino il tedesco. Nel duello per la seconda piazza, l’americano perde clamorosamente la moto in volo! Un errore che gli fa perdere secondi preziosissimi e lo fa rientrare diciottesimo.

Cairoli si aggiudica tranquillamente la prima manche su Roczen e Searle. Italia provvisoriamente seconda dietro alla Germania, grazie anche al buon tredicesimo posto di Alex Lupino. Prestazione regolare del Belgio che con Van Horebeek e De Dycker, si posiziona al quarto posto in classifica generale.

La seconda manche vede al via le classi Mx2 e Open. I due protagonisti del National Americano Roczen e Tomac fanno gara a se ed è il tedesco, spinto dal rumorosissimo pubblico di casa ad aggiudicarsi la manche, dopo un grande duello nel quale i due piloti si sono incrociati le linee decine di volte negli ultimi quattro giri. Dietro di loro e con un distacco abissale, Desalle beffa l’altro americano Barcia e chiude terzo. Ottimo ottavo posto di Lupino, che permette all’Italia di resistere al terzo posto della graduatoria parziale, mentre David Philippaerts chiude quattordicesimo. Il terzo posto di Desalle e il settimo di Van Horebeek permettono al Belgio di conquistare momentaneamente la testa.

La terza manche con al via le Mx1 e le Open parte subito con un colpo di scena: Desalle cade e si ritira! Brutto colpo per il Belgio, che vede così le sue possibilità di vittoria finale ridottissime. Al via Tony Cairoli è quarto e Philippaerts nono. Nel giro di poche tornate il sette volte campione del mondo conquista la testa della gara superando Nagl. Al terzo posto si stanzia De Dycker, consentendo quindi al Belgio di mantenere vive le speranze di vittoria. Gli americani sono palesemente a disagio. Dungey e Barcia commettono parecchi errori, che non consentono loro di superare il Belgio.

Il Belgio, grazie al secondo posto conquistato da De Dycker, vince il Motocross delle Nazioni 2013.

L’ultima affermazione della squadra belga risaliva al 2004 con Stefan Everts, Kevin Strijbos e Steve Ramon, mentre la vittoria di Cairoli e il decimo posto di Philippaerts consentono all’Italia di arrivare terza.

Soddisfazione anche per Athena, visto molti piloti del Motocross delle Nazioni, tra cui Cairoli, Roczen e Tomac, sono equipaggiati con i nostri prodotti!

Open Day ATHENA: una giornata da ricordare

Grande successo per l’Open Day Athena di sabato 21 Settembre. Già due ore prima dell’inizio ufficiale della manifestazione, un gruppetto di tifosi era davanti ai cancelli, per veder da vicino i grandi campioni del motocross e dell’enduro Cairoli, Lupino, Philippaerts e Salvini, che per tutto il pomeriggio si sono resi disponibili a incontrare i loro fan e a firmare autografi.

Continua la lettura e guarda le foto.

Cairoli, Lupino, Philippaerts e Salvini ospiti speciali del 40° compleanno di ATHENA

cairoli, lupino, philippaerts and salvini special guests of athena’s 40th birthday
E' ufficiale! Gli attesi ospiti della festa per i quarant’anni di Athena saranno i tre portacolori del Team Italia al prossimo Cross delle Nazioni: il sette volte campione del mondo Tony Cairoli, Alessandro Lupino e David Philippaerts. Con loro anche il neocampione del Mondo di Enduro E2 Alex Salvini.

I piloti saranno a disposizione dei fan all’Open Day Athena, in programma Sabato 21 Settembre, presso la sede di via delle Albere, ad Alonte, a partire dalle ore 15.30. Hashtag ufficiale dell’evento #ATHENA40TH.

Per saperne di più visita:

http://www.athena.eu/press-room/cairoli-lupino-philippaerts-e-salvini-ospiti-speciali-del-40-compleanno-di-athena-220.html

http://www.athena.eu/pressroom/open-day-athena-205.html

Lierop: La prima volta di Simpson e il ritorno del cannibale Herlings

Gp of Benelux: Lierop – 08.09.2013

Lierop: La prima volta di Simpson e il ritorno del cannibale Herlings

MX1

Tony Cairoli voleva chiudere il campionato da vero dominatore e aggiudicarsi anche l’ultimo Gp della stagione. Ma un problema tecnico ad una gomma, nella fase finale della prima manche, non gli ha consentito di fare bottino pieno. Al cancelletto di partenza è Strijbos, con uno scatto fulmineo, a conquistare il primo Athena Get Holeshot Award della giornata. Alle sue spalle, Bobryshev e Cairoli. Con il passare dei giri, risale fortissimo Shaun Simpson, estremamente a suo agio nella sabbia di Lierop, bagnata dalle piogge che hanno caratterizzato le gare del weekend. Cairoli, in pista con la Ktm 450 e non con la sua abituale 350, prova fino a pochi giri dal traguardo a strappargli il primo posto. Ma una caduta fatale gli fa perdere posizioni e lo costringe a cedere di fronte a un Simpson imprendibile per tutti. L’Inglese vince meritatamente Moto 1, davanti a Strijbos e Bobryshev.

In Moto 2 è dominio Cairoli! Torna in sella alla 350 di sempre e infligge agli avversari distacchi abissali. Dietro a lui però Simpson non molla e parte all’attacco. Nonostante una caduta che lo fa retrocedere alla sesta piazza, riesce in una grande rimonta, mentre Tony Cairoli martella come un forsennato sulle voragini del tracciato olandese.  Dopo aver passato Desalle, Bobryshev e De Dycker, Simpson chiude terzo e conquista così la prima vittoria globale della sua carriera, davanti a Strijbos e Cairoli. L’affermazione di Simpson è anche l’ultima della classe Mx1, che dal 2014 si chiamerà MXGP.

David Philippaerts torna a casa da Lierop con un magro bottino (diciassettesimo ed undicesimo) che gli fa chiudere il campionato undicesimo, appena fuori dalla Top Ten.

MX2

Ritorna in pista a sorpresa il dominatore della stagione Jeffrey Herlings, che non avrebbe dovuto gareggiare a causa dell’infortunio alla spalla. La sua presenza si nota eccome, dato che si aggiudica entrambe le manche. L’Athena Get Holeshot Award va a Jordi Tixier, che poco dopo deve lasciare strada al compagno di squadra Herlings. Il suo ritmo non è martellante come al solito, ma è sufficiente per dominare gara 1 davanti a Ferrandis e Tixier.

In gara 2 si assiste allo stesso copione, con lo strabiliante Herlings sempre al comando. Ma, all’improvviso, ecco l’imprevisto! L’Olandese Volante sbaglia e cade, consegnando il primo posto a Coldenhoff. Ma Herlings non ci sta. In pochi giri, con una rimonta strepitosa, supera il connazionale e si aggiudica anche la seconda manche, legittimando il successo nel mondiale e dimostrando ancora una volta di aver conquistato la tabella rossa con assoluto merito. Il pilota italiano Alex Lupino chiude il campionato con una gara determinata, che gli consente di ottenere l’ottava posizione nella classifica finale della Mx2.

Cairoli cala il Settebello: il titolo mondiale è suo!

Gp of Great Britain – Matterley Basin, 25.08.2013

Grande festa per Tony Cairoli e tutti i suoi tifosi
Grande festa per Tony Cairoli e tutti i suoi tifosi

MX1

Non c’era riuscito la scorsa settimana in Belgio. Ma a Matterley Basin Tony Cairoli non ha sbagliato nulla e per la settima volta si è laureato Campione del Mondo Mx1. Allo straordinario pilota messinese era sufficiente classificarsi undicesimo, ma non si è voluto accontentare e ha vinto la prima manche davanti a Desalle, il suo avversario più forte. In gara 1 è proprio Desalle ad aggiudicarsi l’Athena Get Holeshot Award e a spingere come un forsennato per staccare subito Cairoli. L’asso di Patti non molla e in pochi giri riesce a passare il transalpino e a staccarlo. Al traguardo il distacco fra Cairoli e Desalle è di 13.7 secondi. Dopo il traguardo il messinese si lascia andare ai festeggiamenti e va a raccogliere gli abbracci e i meritatissimi applausi dei tifosi. Gara 2 mostra un Cairoli non ancora sazio. Dopo la prima curva è nuovamente in testa, tallonato da Desalle, ma dopo poco la Ktm del neo campione improvvisamente si spegne. Quando riesce finalmente a ripartire è però precipitato in nona posizione. Dopo una rimonta che lo ha riportato a duellare con Bobryshev per la terza piazza, le continue noie tecniche lo costringono dapprima a rallentare e infine a rientrare ai box. Chiude la seconda manche al diciottesimo posto solo per onor di firma.

Gara 2 si chiude con la vittoria di Desalle davanti a Van Horebeek e Strijbos, mentre il podio è composto da Desalle sul gradino più alto, Strijbos e Bobryshev. Appuntamento con l’ultimo Gp della stagione a Lierop fra due settimane.

 

MX2

Orfana del neo campione Herlings, infortunatosi a Bastogne e fuori per il resto della stagione, il Gp di Gran Bretagna ha visto una grandissima bagarre fra i piloti della Mx 2. Gara 1 e Athena Get Holeshot Award sono conquistati dall’australiano Dean Ferris davanti al padrone di casa Jake Nicholls e a Glenn Coldenhoff. Gara 2 è stata rocambolesca e all’ultimo giro ben quattro piloti avevano l’opportunità di aggiudicarsi l’intero Gp.  Alla fine l’ha spuntata Coldenhoff, ignaro di aver vinto nel momento in cui ha tagliato il traguardo. Sul podio assieme a lui Nicholls e Butron. La manche 2 è stata vinta da Charlier, seguito da Febvre e Butron. Un’altra brutta domenica per Alex Lupino, ottavo in gara uno e ritiratosi al settimo giro in Gara 2.

2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10
LiveZilla Live Help