Choose Vehicle's Typology

Ancora un GP di stop per Jeffrey Herlings. Anche Jonass manca all’appello mentre Seewer si avvicina alla vetta. Strijbos vince a sorpresa, Cairoli torna sul podio dopo 5 GP di assenza.

Round 14: GP of Belgio - Lommel - 31.07.2016


Nemmeno il tempo di respirare e il mondiale motocross è tornato in pista per il GP #14 della stagione in corso. È stata la micidiale sabbia di Lommel ad accogliere i protagonisti del campionato che si sono dovuti impegnare a fondo per portare a termine le gare su un fondo che non perdona. Nella MX2, assenze “di lusso” con la squadra KTM Factory costretta a disertare il GP a causa dell’infortunio di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing) e anche a quello di Pauls Jonass (Red Bull KTM Factory Racing) costretto alla resa dopo la caduta di Loket della settimana scorsa. A tenere alti i colori di Athena –GET ci ha comunque pensato Jeremy Seewer (Team Suzuki World MX2) che, in sella alla Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA, si è classificato al secondo posto assoluto. Lo svizzero occupa sempre la seconda posizione in classifica generale ma si è sensibilmente avvicinato alla vetta. Nella classe regina, una gradita sorpresa: il ritorno alla vittoria assoluta da parte di Kevin Strijbos (Suzuki World MXGP). Il belga, che abita a pochi chilometri dalla pista di Lommel, dopo nove anni è tornato alla vittoria assoluta in sella alla Suzuki RMZ 450 equipaggiata con il sistema di acquisizione dati M40. Alle sue spalle ha chiuso la gara sul terzo gradino del podio Antonio Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) in sella della KTM 350 SXF supportata da Athena GET.