Choose Vehicle's Typology

Pauls Jonnass è campione del mondo della MX2. Herlings vince anche l’ultimo GP della stagione 2017. Per Kiara Fontanesi, quinto titolo iridato.

Round 19: GP of Pays de Montbeliard

L’epilogo della stagione 2017 si è consumato sul circuito francese di Villars Sous Ecot situato a pochi chilometri dal confine con la Svizzera. Il meteo autunnale, caratterizzato da forti piogge alternate a schiarite, ha fatto da cornice a quella che è stata l’ultima prova del campionato del mondo motocross 2017. Nella MXGP, assegnato con una settimana di anticipo il titolo di campione a Tony Cairoli (Red Bull KTM Factory Racing) in sella alla KTM 450 SXF supportata da Athena, tutti i partecipanti hanno corso per la gloria finale. Una gloria che è andata nelle mani di Jeffrey Herlings (Red Bull KTM Factory Racing), anche lui in sella alla KTM 450 SXF supportata da Athena, che ha messo in fila la terza vittoria di GP consecutiva, dopo quelle di America e Olanda. Herlings ha lottato come un leone fino alla fine, su un fondo reso sempre più insidioso dalla pioggia, caduta a tratti anche durante la giornata di domenica. Con la vittoria della seconda manche, ottenuta a due giri dalla fine, e dopo il terzo posto di gara 1, si è aggiudicato la vittoria di giornata chiudendo il campionato come vice campione del mondo. Quarto posto per il pilota di casa Romain Febvre (Monster Energy Yamaha Racing Team) che ha portato in gara la sua Yamaha YZF 450 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Il francese ha chiuso il campionato in sesta posizione. Nella MX2 invece, erano ancora aperti i giochi per l’assegnazione del titolo iridato. Due i piloti che erano rimasti in lizza; il capo classifica Pauls Jonass (Red Bull KTM Factory Racing) in sella alla KTM 250 SXF supportata da Athena e Jeremy Seewer (Team Suzuki World MX2) a bordo della Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. Dopo la prima manche, è stato il lettone  Pauls Jonass a conquistare la prima corona iridata della sua carriera. Nonostante una caduta in partenza che lo ha costretto a ripartire ultimo, Jonass ha conquistato i punti necessari per laurearsi campione con una manche di anticipo. La seconda manche è stata vinta da Hunter Lawrence (Team Suzuki World MX2) in sella alla Suzuki RMZ 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA. L’australiano ha conquistato la prima vittoria in carriera nel campionato del mondo classificandosi secondo nel GP. Quarto posto assoluto invece per Jeremy Seewer, che ha chiuso la sua carriera in MX2 meritando il titolo di vice campione del mondo. Seewer, la prossima stagione, passerà in MXGP. Nel campionato riservato alle donne, ultimo appuntamento che ha tenuto tutti con il fiato in sospeso fino all’ultimo giro dell’ultima manche. Al termine di due prove estenuanti per tutte le ragazze, corse in condizioni al limite del possibile a causa del maltempo francese, Kiara Fontanesi (MX Fonta Racing Yamaha), che ha portato in gara la sua Yamaha YZF 250 equipaggiata con la centralina RX1 Evo, il sistema di acquisizione dati M40 e l’innovativo sistema Launch Control LC-GPA si è laureata per la quinta volta campionessa del mondo.